• Home
  • Archive by category "News"

FAD, 12 CORSI AVVIATI, DI CUI 3 GIA’ TERMINATI, 2 IN CORSO DI CALENDARIZZAZIONE, 7 IN APPROVAZIONE.

Aumenta il numero dei corsi di formazione avviati all’interno del Progetto F.A.S.I. Sono 12 i corsi avviati, dei quali 3 già terminati, svolti
sempre in modalità Fad, formazione a distanza. Due sono in corso di calendarizzazione e sette in fase di approvazione.
In crescita anche il numero di profilazioni di immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni target. Secondo i dati registrati alla data del 9 luglio sono 3924 i profilati grazie al lavoro svolto dai soggetti attuatori. 1696 le profilazioni in Campania, 772 in Puglia, 56 Basilicata, 169 in Calabria, 1231 in Sicilia. Conseguentemente, alla data di rilevazione, sono 50 i corsi complessivamente attivabili nelle cinque regioni target di progetto. Nel file allegato è possibile consultare i Soggetti Attuatori impegnati nelle attività formative alla data dell’8 luglio.

Report_Corsi_08_07_2020

ATTIVITA’ FORMATIVA IN MODALITA’ FAD: 7 CORSI APPROVATI, DI CUI 6 AVVIATI, 12 IN CORSO DI APPROVAZIONE. PROROGATO AL 31 LUGLIO 2020 L’AVVISO PUBBLICO

Prosegue con successo l’attività formativa del Progetto F.A.S.I. Il percorso formativo, strutturato in modalità FAD (formazione a distanza) é partito nonostante il blocco causato dall’emergenza Covid-19, ed è attivo con 7 corsi attualmente approvati, avviati ed operativi tutti in modalità FAD (uno dei quali approvato e in fase di calendarizzazione) e 12 in fase di approvazione, per un totale di 19 corsi ad oggi registrati in piattaforma. Nel file allegato è possibile consultare i Soggetti Attuatori impegnati nelle attività formative alla data del 24 giugno .
L’Avviso per l’individuazione di Soggetti Attuatori, pubblicato il 23 gennaio 2019 e prorogato fino al 31 luglio 2020, ha permesso di selezionare e valutare idonei 119 Soggetti Attuatori.
L’Avviso è finalizzato all’individuazione dei soggetti attuatori che si occuperanno, con particolare specificità, della realizzazione di percorsi formativi volti a consentire ai destinatari, immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni Meno Sviluppate (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia), di acquisire le conoscenze di base, le competenze economiche e gli elementi fondamentali di educazione imprenditoriale. La formazione sarà rivolta anche all’acquisizione di competenze specialistiche finalizzate all’avvio di attività imprenditoriali e di lavoro autonomo.
Possono presentare la propria candidatura: i soggetti pubblici che per statuto o istituzionalmente, sulla base di specifiche disposizioni legislative o regolamentari, svolgono attività di formazione, e/o attività di consulenza alle imprese; i soggetti privati che nell’oggetto sociale o nello statuto prevedono attività di formazione e/o attività di consulenza alle imprese; i soggetti del cosiddetto Terzo Settore che operano da almeno 3 anni nel settore di riferimento.
Sempre secondo gli ultimi dati aggiornati al 24/06/2020, grazie al lavoro finora svolto dai Soggetti Attuatori, nella piattaforma di progetto sono complete 3.811 profilazioni di immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni target.
1.651 le profilazioni in Campania, 738 in Puglia, 55 in Basilicata, 139 in Calabria, 1.228 in Sicilia
Conseguentemente, alla data di rilevazione, sono 49 i corsi complessivamente attivabili nelle cinque regioni target di progetto.

Report Corsi PDF

Pubblicate le linee guida aggiornate per lo svolgimento delle attività previste dall’Avviso per l’individuazione di Soggetti Attuatori. Tutte le indicazioni operative per la realizzazione del lavoro

Pubblicate nella sezione “Il Progetto”, alla voce “linee guida”, l’ultima versione del 3-6-2020 delle “Linee guida per lo svolgimento delle attività previste dall’Avviso per
l’individuazione di soggetti attuatori”.

Il documento ha lo scopo di fornire le linee guida ai S.A. per la realizzazione delle attività previste dall’Avviso pubblicato dall’Enm in
data 23 gennaio 2019. Si tratta di una panoramica di indicazioni operative utili alla realizzazione delle attività previste nell’ambito del suddetto Avviso a partire dal momento successivo alla comunicazione ai S.A. da parte dell’ENM, dell’avvenuto accreditamento. All’interno delle linee guida sono descritti i destinatari e gli obiettivi, la modalità di attivazione del profilo informatico dell’utente, la profilazione e la selezione dei candidati, la realizzazione dei corsi, le attività e tutte le azioni operative necessarie per la realizzazione e lo svolgimento del lavoro.

Soggetti Attuatori: in “area riservata” format flyer per pubblicizzare i corsi di formazione (Fad) per la creazione d’impresa, questionario assessment e modulo chiusura corsi.

È disponibile e scaricabile nella sezione “soggetti attuatori”, nell’apposita finestra “area riservata”, il format elaborato ad uso esclusivo dei soggetti attuatori, utile per pubblicizzare i corsi di formazione a distanza (Fad) per la creazione d’impresa, finanziati dal Fse-Pon legalità 2014-2020.
Il format, che osserva le linee guida agli obblighi di informazione e comunicazione da parte dei beneficiari secondo i regolamenti europei di riferimento per l’assolvimento degli obblighi di informazione e pubblicità, è stato costruito e può essere acquisito in tre versioni editabili (Jpg, Pdf, Power Point) per consentire a ciascun S.A. di inserire la propria personalizzazione (logo, indirizzo e riferimenti telefonici) e poter operare con maggiore efficacia l’azione di informazione e promozione dell’attività Fad. Sempre nella “area riservata” sono inoltre consultabili le “Linee guida agli obblighi di comunicazione per i beneficiari”, il “Modulo di chiusura corso formativo” e il file per restituzione “Questionario di assessment”

Al via l’attività formativa del Progetto F.A.S.I. in modalità FAD.

Nonostante il periodo di emergenza dovuto al blocco causato dal Covid-19, il Progetto F.A.S.I. ha avviato l’attività formativa in modalità FAD, formazione a distanza. In aumento le profilazioni acquisite nelle regioni target del Progetto fino ad arrivare, secondo gli ultimi dati rilevati, al numero di 3486. Cresce anche il numero dei soggetti attuatori candidati e ritenuti idonei: 119 in base al report del 25 maggio 2020. L’attività formativa, coordinata dall’ENM, è realizzata attraverso il contributo dei soggetti attuatori preposti alla formazione di impresa che hanno risposto all’Avviso Pubblico gestito dall’Ente e dall’Ente stesso selezionati.

Emergenza corovanirus: lavoro prosegue in smart working, segreteria operativa e contattabile per i Soggetti Attuatori. Tutte le news e info su sito F.A.S.I.

Si comunica ai Soggetti Attuatori che, facendo seguito alla determinazione n. 264 del 9 marzo 2020 del Segretario Generale ed al successivo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 2/2020 del 12 marzo 2020, preso atto della Legge del 24 aprile n.27 di conversione del Decreto-Legge del 17 maggio 2020, in via cautelativa, tutto il personale in essere dell’Ente Nazionale per il Microcredito e dei Progetti ad esso affidati, attuerà il c.d. lavoro agile (o smart working) come modalità ordinaria di svolgimento della propria prestazione lavorativa. Le sedi resteranno pertanto chiuse fino alla data del 15 giugno 2020, salvo ulteriori comunicazioni.
Si precisa che la segreteria del progetto F.A.S.I. resterà operativa e che i S.A. potranno procedere all’invio delle integrazioni sedi e docenti come da procedura, e nella restituzione della documentazione propedeutica all’avvio dei corsi.

Per qualsiasi dubbio e/o chiarimento in merito al Progetto, è possibile contattare la segreteria attraverso la mail del Progetto, di seguito : segreteriafasi@microcredito.gov.it,

Prorogato al 31 luglio 2020 l’Avviso pubblico del Progetto F.A.S.I. Sono 119 i soggetti attuatori candidati e ritenuti idonei, 3486 le profilazioni acquisite nelle regioni target

È stato prorogato al 31 luglio 2020 l’Avviso Pubblico del Progetto F.A.S.I. per l’individuazione dei soggetti attuatori che si occuperanno, con particolare specificità, della realizzazione di percorsi formativi volti a consentire ai destinatari, cioè gli immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni Meno Sviluppate (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia) di migliorare le conoscenze di base, le competenze economiche e gli elementi fondamentali di educazione imprenditoriale. La formazione sarà rivolta anche all’acquisizione, da parte dei partecipanti, delle competenze specialistiche finalizzate all’avvio di attività imprenditoriali e di lavoro autonomo.
Possono presentare la propria candidatura: i soggetti pubblici che per statuto o istituzionalmente, sulla base di specifiche disposizioni legislative o regolamentari, svolgono attività di formazione, e/o attività di consulenza alle imprese; i soggetti privati che nell’oggetto sociale o nello statuto prevedono attività di formazione e/o attività di consulenza alle imprese; i soggetti del cosiddetto Terzo Settore che operano da almeno 3 anni nel settore di riferimento.
L’Avviso, pubblicato il 23 gennaio 2019, ha permesso, in base agli ultimi dati rilevati il 25 maggio 2020, di selezionare e valutare idonei 119 soggetti attuatori.

Attività formativa e soggetti attuatori

L’attività formativa, coordinata dall’Ente Nazionale per il Microcredito, è realizzata attraverso il contributo dei soggetti attuatori preposti alla formazione d’impresa che hanno risposto all’Avviso Pubblico gestito dall’ENM e dall’Ente stesso selezionati.
Sono soggetti che operano nel settore della formazione per la creazione di impresa: enti di formazione, associazioni, fondazioni, università, consorzi, soggetti che si occupano delle tematiche sociali, di integrazione e di accoglienza, tutti con specifiche professionalità rivolte alla formazione d’impresa e che accompagnano, formano e orientano all’autoimprenditorialità. Una rete formativa che copre ciascuna delle regioni coinvolte.

Profilazioni raggiunte e corsi attivabili nelle regioni target

Secondo gli ultimi dati aggiornati al 25 maggio 2020, grazie al lavoro finora svolto dai soggetti attuatori nella piattaforma appositamente costruita, sono presenti 3486 profilazioni di immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni target.
1571 le profilazioni eseguite in Campania, 671 in Puglia, 26 in Basilicata, 105 in Calabria, 1113 in Sicilia
Conseguentemente, alla data indicata, facendo una proiezione, sono 46 i corsi attivabili nelle cinque regioni.

Principali obiettivi

Il progetto prevede la selezione e profilazione di un numero minimo di 10.000 immigrati. Tra i principali obiettivi specifici del progetto è prevista la formazione di 3.000 immigrati (suddivisi in circa 150 corsi), realizzata capillarmente sul territorio attraverso i soggetti attuatori selezionati. Al termine del primo modulo formativo almeno 2.500 migranti che avranno già conseguito l’attestato di formazione all’autoimprenditorialità avranno accesso al “pacchetto di accompagnamento all’autoimprenditorialità” per beneficiare di servizi specifici volti ad avviare una attività di impresa. L’output del Progetto è far loro ottenere l’acquisizione di un business plan personalizzato entro il mese di agosto 2021. Sono 50 i modelli di business plan messi a disposizione e che possono essere personalizzati a seconda della tipologia di start up.

Di seguito il link relativo alla pubblicazione della proroga dei termini dell’avviso (al 31 luglio 2020)
http://www.microcredito.gov.it/images/Progetto_FASI/Proroga_FASI_luglio_20.pdf

Prorogato al 31 marzo 2020 l’Avviso pubblico del Progetto F.A.S.I.

Già 105 i soggetti attuatori candidati e ritenuti idonei, 2680 le profilazioni acquisite nelle regioni target

 

È stato prorogato al 31 marzo 2020 l’Avviso Pubblico del Progetto F.A.S.I. per l’individuazione dei soggetti attuatori che si occuperanno, con particolare specificità, della realizzazione di percorsi formativi volti a consentire ai destinatari, cioè gli immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni Meno Sviluppate (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia) di migliorare le conoscenze di base, le competenze economiche e gli elementi fondamentali di educazione imprenditoriale. La formazione sarà rivolta anche all’acquisizione, da parte dei partecipanti, delle competenze specialistiche finalizzate all’avvio di attività imprenditoriali e di lavoro autonomo.

Possono presentare la propria candidatura: i soggetti pubblici che per statuto o istituzionalmente, sulla base di specifiche disposizioni legislative o regolamentari, svolgono attività di formazione, e/o attività di consulenza alle imprese; i soggetti privati che nell’oggetto sociale o nello statuto prevedono attività di formazione e/o attività di consulenza alle imprese; i soggetti del cosiddetto Terzo Settore che operano da almeno 3 anni nel settore di riferimento.

L’Avviso, pubblicato il 23 gennaio 2019, ha permesso, in base agli ultimi dati rilevati il 6 febbraio 2020, di selezionare e valutare idonei 105 soggetti attuatori.

 

Attività formativa e soggetti attuatori

L’attività formativa, coordinata dall’Ente Nazionale per il Microcredito, è realizzata attraverso il contributo dei soggetti attuatori preposti alla formazione d’impresa che hanno risposto all’Avviso Pubblico gestito dall’ENM e dall’Ente stesso selezionati.

Sono soggetti che operano nel settore della formazione per la creazione di impresa: enti di formazione, associazioni, fondazioni, università, consorzi, soggetti che si occupano delle tematiche sociali, di integrazione e di accoglienza, tutti con specifiche professionalità rivolte alla formazione d’impresa e che accompagnano, formano e orientano all’autoimprenditorialità. Una rete formativa che copre ciascuna delle regioni coinvolte.

Profilazioni raggiunte e corsi attivabili nelle regioni target

Secondo gli ultimi dati aggiornati al 6 febbraio 2020, grazie al lavoro finora svolto dai soggetti attuatori nella piattaforma appositamente costruita, sono presenti 2680 profilazioni di immigrati regolarmente presenti sul territorio delle Regioni target.

1351 le profilazioni eseguite in Campania, 458 in Puglia, 12 in Basilicata, 89 in Calabria, 770 in Sicilia

Conseguentemente, alla data indicata, facendo una proiezione, sono 33 i corsi attivabili nelle cinque regioni.

Principali obiettivi 

Il progetto prevede la selezione e profilazione di un numero minimo di 10.000 immigrati. Tra i principali obiettivi specifici del progetto è prevista la formazione di 3.000 immigrati (suddivisi in circa 150 corsi), realizzata capillarmente sul territorio attraverso i soggetti attuatori selezionati. Al termine del primo modulo formativo almeno 2.500 migranti che avranno già conseguito l’attestato di formazione all’autoimprenditorialità avranno accesso al “pacchetto di accompagnamento all’autoimprenditorialità” per beneficiare di servizi specifici volti ad avviare una attività di impresa.  L’output del Progetto è far loro ottenere l’acquisizione di un business plan personalizzato entro il mese di agosto 2021. Sono 50 i modelli di business plan messi a disposizione e che possono essere personalizzati a seconda della tipologia di start up.

 

FASI: OPPORTUNITÀ PER I MIGRANTI REGOLARI

Paolo Tancredi
Coordinatore Operativo Progetto F.A.S.I.

Cosa ha a che fare il Microcredito con il PON legalità? Cosa c’entra l’autoimprenditoria con l’integrazione della popolazione immigrata? Sono queste le domande che ci siamo sentiti fare dagli interlocutori che si approcciavano per la prima volta al progetto F.A.S.I.(Formazione, Autoimprenditoria e Start-up per Immigrati regolari) che, grazie a una brillante intuizione dell’Ente Nazionale per il Microcredito sposata dal Ministero Degli Interni, si avvale, appunto, dei fondi del PON legalità 2014-2020. La risposta a queste domande sta al centro dell’analisi dei bisogni a cui il progetto vuole rispondere.

Continua a leggere su rivista.microcredito.gov.it

Presentazione progetto F.A.S.I. – “Promuovere per Integrare”

“PROMUOVERE E INTEGRARE”

 IL PRESIDENTE DELLA CEI, CARDINALE GUALTIERO BASSETTI

 E IL MINISTRO DELL’INTERNO, LUCIANA LAMORGESE

 SALA KOCH DI PALAZZO MADAMA

“FASI” (FORMAZIONE, AUTO – IMPRENDITORIA E START-UP PER IMMIGRATI REGOLARI)”:  PROGETTO DELL’ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO

 “MIGRANTI E APPARTENENZA RELIGIOSA”: RICERCA DELL’UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

 

 

COLLEGATI PER VISUALIZZARE LA RASSEGNA STAMPA

“Promuovere e integrare”: il binomio che scandisce gli appelli del Pontefice alla Comunità Internazionale, in tema di politiche migratorie, dà il titolo all’incontro promosso dall’Ente Nazionale del Microcredito, domani alle 17, nella Sala Koch di Palazzo Madama, con l’intervento come relatori del Presidente della Conferenza Episcopale, Cardinale Gualtiero Bassetti, e del Ministro dell’Interno, Prefetto Luciana Lamorgese, alla presenza di membri del Governo e parlamentari, diplomatici ed ecclesiastici.

 

L’occasione è offerta dalla presentazione del Progetto FASI (esperienza concreta e innovativa di formazione, auto – imprenditoria e start – up per 3000 immigrati regolari delle regioni meridionali), illustrata dal Presidente dell’Ente, Mario Baccini, e attuata per conto del Ministero dell’Interno, nella cornice di un programma europeo.

 

Contestualmente il Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Prof. Franco Anelli, esporrà in anteprima i risultati della ricerca “Migranti e appartenenza religiosa”: uno studio inedito e multidisciplinare che l’Ateneo ha condotto nell’arco di tre anni, foriero di nuovi approcci alla governance dei fenomeni migratori.

 

Modererà il vaticanista Piero Schiavazzi.

22 GENNAIO 2020 ORE 17.00
SALA KOCH PALAZZO MADAMA
PIAZZA SAN LUIGI DE’ FRANCESI, 9
ROMA

L’evento potrà essere seguito collegandosi alla diretta streaming che sarà effettuata sul canale YouTube (link: https://youtu.be/qC2mSDLQAxM) e la webtv (link: http://webtv.senato.it/webtv_live?canale=webtv3)